30 Giugno 2017 by Redazione Notizie 0

Cedolare Secca per chi gestisce una casa vacanze a Milano dal 1 giugno!

Cedolare Secca per chi gestisce una casa vacanze a Milano dal 1 giugno!

Dall’inizio del mese di giugno, è entrata in vigore la nuova normativa che dispone la cedolare secca per chi gestisce casa vacanze a Milano. Cosa è cambiato? Quali sono le reazioni degli host? Scopriamolo insieme.
La normativa riguarda: “gli affitti brevi, ovvero i contratti di locazione abitativa di durata non superiore ai 30 giorni, ivi inclusi quelli che prevedono la prestazione dei servizi di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali, stipulati da persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa, direttamente o tramite soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare, anche attraverso la gestione di portali online.”

Cedolare secca: le novità introdotte

La cedolare secca è un’imposta forfettaria che sostituisce il pagamento Irpef. Prevede un versamento del 21{56187fa1afcb5a580af56de45a400dbc21c6e33c57d3b85aa03669b3cf36a0d1} sui redditi provenienti dal canone di locazione. Il vantaggio è quello di non avere imposte di bollo e di registro. Le piattaforme di intermediazione, come Airbnb, sono tenute dal 1 giugno ad applicare una ritenuta del 21{56187fa1afcb5a580af56de45a400dbc21c6e33c57d3b85aa03669b3cf36a0d1}. La ritenuta deve essere versata, entro il giorno 16 del mese successivo. Successivamente al versamento, gli intermediari devono inviare relativa comunicazione, dell’avvenuto contratto, all’Agenzia delle Entrate. L’omesso invio, comporterà una sanzione dai 250 ai 2000 euro. Gli host hanno il diritto di ricevere, da parte degli intermediari, la certificazione annuale degli importi pagati a titolo d’imposta, che sia cedolare secca o pagamento Irpef.

Cedolare secca: le finalità della riforma

La finalità principale della riforma è quella di limitare l’evasione fiscale. In passato, sugli affitti brevi erano dovute le imposte, ma c’era l’esonero dagli obblighi di registrazione. Questo ha facilitato per lungo tempo gli evasori fiscali, che facilitati dalla normativa sono sfuggiti alla tassazione. Ora invece, con le nuove norme restrittive, l’evasione dovrebbe diminuire. Una buona notizia per gli albergatori, che per lungo tempo, sono stati costretti a subire una concorrenza sleale, da parte di soggetti che proponevano prezzi fuori mercato.
La normativa sulla cedolare secca, sembra avvantaggiare tutti i soggetti. Per maggiori informazioni chiama Short Rental Milano e ti illustreremo tutti i nostri servizi!

Gli articoli del nostro blog sono scritti dalla redazione di semca.eu. Se vuoi collaborare contattaci.